Il film del TAF vincitore a Cannes

Il film aziendale del Tribunale amministrativo federale ha conquistato la giuria del Festival del film economico di Cannes. La produzione ha ottenuto un Delfino d’argento nella categoria «Corporate Image Films».

Symbolbild Cannes WEB
Foto: Lukas Würmli

Cannes non è solo un celebre riferimento per le migliori produzioni del grande schermo. Ogni anno, nell’ambito dei «Cannes Corporate Media & TV Awards», viene srotolato il tappeto rosso – salvo coronavirus! – anche per i migliori film dell’economia.

A fine novembre, la giuria del Festival ha attribuito al nuovo film del Tribunale amministrativo federale (TAF) il Delfino d’argento nella categoria «Corporate Image Films». Il nostro film rientra dunque nelle 136 migliori produzioni del 2020 su 844 provenienti dal mondo intero.

Offrire un’immagine concreta del tribunale
Il settore Comunicazione del TAF è felicissimo di questo successo. «La giuria di Cannes ha premiato gli sforzi da noi compiuti per offrire un’immagine chiara dei compiti del tribunale e contribuire a una migliore percezione dell’istituzione presso l’opinione pubblica», dichiara il capo della Comunicazione Andreas Notter, che ha dato vita al progetto insieme al suo team. In effetti, nonostante pronunci circa 7500 sentenze all’anno e sia il più grande tribunale della Confederazione, per buona parte della popolazione svizzera il TAF è ancora una realtà poco conosciuta. «La nostra missione consiste nello spiegare il nostro tribunale al di là del lavoro mediatico in senso stretto, e nel far capire in che cosa consiste concretamente il nostro spettro di attività», sottolinea Andreas Notter.

Trilinguismo vissuto
Ma le ambizioni del TAF andavano oltre la semplice informazione. Il film doveva essere anche toccante e divertente per gli spettatori, spiega Notter. Questo aspetto, come pure il trilinguismo che caratterizza il film, hanno posto sfide impegnative per l’agenzia sangallese Focus Format, che ci ha affiancati in fase di realizzazione e specializzata nella produzione di film e video. «Il premio dimostra che siamo riusciti a catturare un vasto pubblico e a conquistare addirittura la giuria del Festival di Cannes.»

I ruoli di protagonista sono stati affidati a due attori professionisti, Anina Baumgartner (tedesco) e Raphaël Tschudi (francese). Per conferire la massima autenticità alle scene del film, sono stati coinvolti nel ruolo di comparse anche diversi collaboratori del tribunale.

Il film aziendale è utilizzato durante le visite guidate, ma anche per conferenze o per scopi promozionali nel campo del reclutamento del personale. Lo si può vedere in Internet nel sito www.bvger.ch e su YouTube.

Contatto

Comunicazione

Contatto servizio stampa
Tel. + 41 58 465 29 86
medien@bvger.admin.ch 

 

 
 
 

Stampare contatto

https://www.bvger.ch/content/bvger/it/home/media/medienmitteilungen-2020/bvgerfilmgewinntincannes.html