I giudici del TAF sui nuovi treni a due piani delle FFS

Nel pomeriggio di martedì 15 maggio 2018, i giudici competenti del TAF hanno avuto modo di visitare uno dei nuovi treni a due piani delle FFS, fermo nella stazione di Romanshorn. Alla presenza di nove persone disabili, si sono quindi fatti un’idea dei motivi alla base del ricorso presentato contro i treni FV-Dosto.

Symbolbild FV Dosto 3
Foto: Keystone

Oltre alle parti coinvolte nel procedimento, ossia Inclusion Handicap, le Ferrovie Federali Svizzere (FFS), l’Ufficio federale dei trasporti (UFT) e Bombardier Transportation SRL, hanno partecipato all’incontro anche nove persone disabili. In un primo momento, ipovedenti, audiolesi e persone in sedia a rotelle hanno testato quegli elementi che, secondo Inclusion Handicap, non soddisfano i requisiti previsti dalla legge sui disabili; dopodiché, i giudici si sono ritirati con le parti al procedimento per discutere di altre questioni.

La decisione è ancora pendente
In questa occasione i giudici hanno avuto modo di farsi un’idea dei motivi alla base del ricorso presentato, la cui decisione in merito è ancora pendente presso il Tribunale amministrativo federale (TAF). La sentenza seguirà in forma scritta in un secondo momento non ancora reso noto.

Cos’è successo finora
Contestualmente alla costruzione dei nuovi treni FV-Dosto delle FFS, Inclusion Handicap, associazione mantello delle organizzazioni a tutela dei disabili, aveva interposto ricorso dinanzi al TAF, lamentando i numerosi ostacoli che i treni presentavano per le persone disabili non accompagnate. Il TAF, dal canto suo, nelle decisioni incidentali del 14 febbraio 2018 e del 6 marzo 2018, aveva però revocato l’effetto sospensivo del ricorso1, permettendo ai nuovi treni a due piani delle FFS di circolare fino a fine novembre 2018.

1 Cfr. comunicati stampa del 16 febbraio 2018 e dell’8 marzo 2018.

Contatto

Contatto Servizio comunicazione

Rocco R. Maglio
Addetto stampa
Tel. + 41 58 465 29 86

Stampare contatto

https://www.bvger.ch/content/bvger/it/home/media/medienmitteilungen-archiv/2018/richterinnen-und-richter-besichtigten-neuen-sbb-doppelstockzug.html